Home / Art&Vision / Il comitato dei 300

Il comitato dei 300

Il 7 marzo 2007 prendeva inizio a Sparta (Grecia) una delle più brillanti operazioni di programmazione della mente collettiva globale, ultimo sviluppo contemporaneo dei progetti di programmazione mentale iniziati con l’MK-Ultra negli anni 50, perfezionati poi con il progetto Monarch nei decenni successivi e quindi (una volta costruita la rete mondiale di multisala HD surround, che permette di distribuire contenuti cinematografici su scala planetaria) confluiti nel settore dell’entertainment di massa.

Il 7 marzo 2007 veniva infatti lanciato, due giorni prima che sul territorio americano, il film 300, una produzione Warner Bros, storica major hollywoodiana del colosso editoriale Time Warner. Il film, tratto dalla graphic novel “300” di Frank Miller e diretto dal regista Zack Snyder, è un capolavoro tecnologico che fa uso estremo del Croma Key, delle tecniche di generazione digitale audio e video che, visto nelle sale certificate IMAX, garantisce un coinvolgimento sensoriale senza precedenti prima dell’avvento del 3D.

E la vicenda di cui parla, che culmina nella storica battaglia delle Termopili, in cui 300 valorosi guerrieri greci si opposero all’invasione dell’Oriente ad opera dell’immenso esercito persiano alla guida del re Serse I°, fornisce un addentellato a cui ancorare la dinamica emozionale che nel film si dipana con magnificente spettacolarità.

Il coinvolgimento sensoriale ed emotivo sono infatti i requisiti imprescindibili attraverso i quali è possibile porre in essere quel processo ipnotico che permette di innestare una istruzione nella mente – in questo caso collettiva – degli spettatori, senza che essi si rendano conto di cosa sta succedendo.

La massa della gente non sa come funziona realmente il proprio organismo, mentre i gestori dell’industria dell’entertainment, versione contemporanea delle agenzie di propaganda di regime, lo sanno perfettamente.

 

E chi pensa che questa materia sia dietrologica o cospirazionista si comporta tanto scioccamente quanto quel poveraccio che pretende che la sua porta blindata da mille euro possa resistere al campione mondiale di furto con destrezza.

Ma tornando al film 300, perché scegliere di distribuire globalmente proprio un soggetto del genere e realizzato in quel modo? Certamente per fare business, il film ha fruttato un mucchio di soldi, ma non dimentichiamo che Hollywood, il “braccio armato” della propaganda ha una linea editoriale precisa ed implacabile nel selezionare i messaggi che l’elite di potere desidera che arrivino alla popolazione.

Vediamo allora quale è il messaggio sotteso nel film, la sua essenza, che viene trasferita per via ipnotica attraverso il rituale cinematografico, e vediamolo scritto come fosse una stringa di programmazione da inserire in un software.

Siamo i 300 – siamo guerrieri sanguinari ed invincibili – da soli possiamo prevalere sulla moltitudine – siamo così forti perché investiti dall’autorità divina.

 

Questo è il messaggio, articolato attraverso l’uso sapiente di immagini archetipe che sono dei veri e propri attuatori con cui sollecitare i trigger del subconscio ed effettuare l’operazione “insert code”.

Come insegna la scienza della propaganda, per come è strutturata l’attività elettrica cerebrale della collettività, non è necessario che il messaggio sia inserito nella mente di tutti gli individui, ma è sufficiente una massa critica di persone che lo abbia ricevuto perché il codice si trasferisca anche nella mente di chi non ha subito l’inserzione.

Se monitorassimo – ed esistono tecniche per farlo – la presenza del messaggio anche nel database cerebrale dei familiari degli spettatori, ne troveremmo una copia anche se i familiari non hanno assistito al film in cui il messaggio è contenuto.

Così funziona per tutti i prodotti cinematografici dell’industria Hollywoodiana, che a ondate regolari inseriscono istruzioni nel sistema operativo della mente collettiva. E, film dopo film, la gente si trova a pensare e fare quello che non avrebbe pensato e fatto fatto se non avesse subito le reiterate sedute ipnotiche nei multisala.

Ma torniamo ancora una volta ai 300. Chi mai sono questi che inseriscono una tale stringa di programma nella mente collettiva, e perché?

Ebbene, nell’ambiente che i media controllati dal sistema definiscono spregiativamente “cospirazionistico” è da tempo che si conosce l’esistenza del cosiddetto Comitato dei 300, ossia la “cupola” del potere mondiale.

Uno dei primi a divulgarne l’esistenza su larga scala attraverso libri e conferenze fu David Icke.

Precedentemente oltre a vaghe illazioni, il fatto che non si sospettasse neppure dell’esistenza di una struttura così segreta, garantiva alla struttura stessa una operatività ed una blindatura totale. Ma in tempi recenti la luce si è posata in misura sempre crescente sull’attività riservatissima di questa elite, al punto che ora ne possiamo conoscere una credibile lista di appartenenti ed una agenda operativa.

Proprio negli anni precedenti l’uscita del film, le prime crepe nel potere assoluto cominciavano ad essere per il potere stesso un serio motivo di preoccupazione. I paesi non allineati portavano i loro primi attacchi agli interessi del Comitato: Il blocco orientale cresceva in potenza economica e strategica mostrando i muscoli e v’era qualche uomo coraggioso che rompeva pubblicamente l’omertà planetaria, come quando il 20 settembre del 2006 il presidente venezuelano Chavez, in un discorso all’assemblea generale dell’ONU definì il presidente Bush “il diavolo” e ricevette un applauso selvaggio.

A quel punto c’era la necessità di ribadire, senza dirlo a parole e senza mostrare il proprio volto, ma facendo arrivare con certezza il concetto a destinazione, chi fosse a guidare l’impero della Terra.

E venne usato l’ormai MK Ultracollaudato strumento della propaganda: il cinema. Ecco quindi il film 300 sbancare le sale, contrassegnato da un logo tracciato con il sangue che si imprime nella memoria ancestrale come pochi altri.

Ma chi non ha dimestichezza con la letteratura “cospirazionistica” cosa sa del Comitato dei 300?
Molti non ne hanno tuttora mai sentito parlare, ed allora è bene farlo in questo momento, perché è proprio a queste 300 persone che secondo il giornalista Benjamin Fulford, che cita fonti del Pentagono e della cosiddetta White Dragon Society (coalizione di poteri del quadrante orientale) è stato dato un ultimatum alla resa che è scaduto il 31 marzo scorso.
Di seguito esponiamo quanto ricavato dal sito Pseudoreality, che si è specializzato nel raccogliere materiale su questo soggetto, sito di cui riportiamo il link diretto:

http://www.pseudoreality.org/committeeof300.html

Assolutamente fondamentale a questo punto è una premessa prima di leggere la lista, in cui abbiamo per comodità sottolineato in rosso i nomi italiani e in magenta quello di un… outsider.

La semplice lettura di questi nomi uno assieme all’altro, in una formazione che travalica nazioni, entità politiche, culture, religioni, fa sì che la nostra percezione della realtà venga totalmente rimappata. Alcuni sono molto noti, altri poco o nulla.

Insieme, attraverso riunioni riservate, teleconferenze e vari tipi di contatti, secondo John Coleman, ex ufficiale dell’intelligence britannica, autore del libro “The Committee of 300”, queste persone hanno pianificato tutte quelle operazioni che hanno condotto il mondo alla condizione attuale. E attraverso incontri pubblici di vertice in cui, dopo aver fatto le foto sorridenti con i giornalisti, decidevano a porte chiuse come demolire il mondo, mentre la stampa ci diceva quanto si fossero arrovellati per cercare di migliorarlo.

Ognuno di noi ha in un modo o nell’altro patito gli effetti delle loro decisioni. A loro si deve la costituzione del traffico globale di droga a causa del quale tuo nipote ha perso la vita per overdose, a loro il traffico di armi necessario a quel conflitto in cui tuo marito è rimasto vittima in una operazione militare, a loro si deve la creazione di quella raffica di crisi finanziarie per le quali la tua famiglia stenta ora ad arrivare alla fine del mese, e per le quali ancora il tuo vicino di casa, che aveva un’azienda i cui operai non riusciva più a pagare, ha deciso di impiccarsi.

Insomma a loro si deve lo stato di profonda distruzione morale e materiale in cui il mondo attuale versa. L’hanno lucidamente progettato loro, per le loro ragioni, che ora in verità fatichiamo a comprendere.

La Dissonanza Cognitiva infatti ci assale, e rifiutiamo di credere mai possibile che abbiano fatto proprio quello che hanno fatto, proprio non ce la facciamo ad accettarlo, ne va del nostra stessa identità, di tutto quello in cui abbiamo creduto finora.

E se, dopo aver letto i nomi, leggiamo la loro agenda operativa, ci accorgiamo che il mondo non si trova nello stato in cui è perché “qualcosa è andato storto” ma perché anzi tutto è andato come doveva, secondo progetti accuratamente studiati di governo globale, realizzati in tappe progressive perché la massa potesse “digerire” i cambiamenti al peggio.

Come fare allora a sopportare l’impatto emotivo di informazioni del genere?

Ci vuole tempo, certamente, ma l’atteggiamento migliore è avere profonda compassione per queste persone che, in quanto “maestri d’ombra”, ci hanno progressivamente spinto sempre più nell’angolo per insegnare a tutti noi come risvegliare la nostra essenza più profonda.

L’unico modo per insegnare all’umanità il Risveglio Totale è condurla sull’orlo del precipizio.

L’UNICO MODO, RICORDIAMOLO PER SEMPRE.

Già, questi distruttori terribili ci hanno insegnato e ci stanno ancora insegnando a costruire.

Perché il momento in cui ci sveglieremo dall’ipnosi in cui versiamo nella nostra vita quotidiana senza rendercene conto, e realizzeremo la profondità dell’orrore verso cui il mondo è ora diretto, avremo una tale forza di ricominciare, con le nostre mani, con le nostre idee, entusiasmi ed onestà, che nulla potrà ostacolarci nell’edificare il mondo luminoso in cui vivremo, tra non molto.

E quando l’avremo edificato saremo stupiti nel provare per loro un indefinibile debito di riconoscenza.
Questo è quello che accadrà alla fine del processo.
Ma adesso leggiamo la lista e l’agenda.

 

Abdullah II, re di Giordania
Abramovich, Roman
Ackermann, Josef
Adeane, Edward
Agius, Marcus
Ahtisaari, Martti
Akerson, Daniel
Alberto II, re del Belgio
Alexander, principe ereditario di Jugoslavia
Amato, Giuliano
Anderson, Carl A.
Andreotti, Giulio
Andrew, duca di York
Anne, Princess Royal
Anstee, Nick
Ash, Timothy Garton
Astor, William Waldorf
Aven, Pyotr
Balkenende, Jan Peter
Ballmer, Steve
Balls, Ed
Barroso, José Manuel
Beatrix, Regina dei Paesi Bassi
Belka, Marek
Bergsten, C. Fred
Berlusconi, Silvio
Bernake, Ben
Bernstein, Nils
Berwick, Donald
Bildt, Carl
Bischoff, Sir Winfried
Blair, Tony
Blankfein, Lloyd
Blavatnik, Leonard
Bloomberg, Michael
Bolkestein, Frits
Bolkiah, Hassanal
Bonello, Michael C
Bonino, Emma
Boren, David L.
Borwin, Duke di Mecklenburg
Bronfman, Charles
Bronfman, Jr. Edgar
Bruton, John
Brzezinski, Zbigniew
Budenberg, Robin
Buffet, Warren
Bush, George HW
Cameron, David
Camilla, Duchessa di Cornovaglia
Cardoso, Fernando Henrique
Carington, Peter
Carl XVI Gustaf, re di Svezia
Carlos, Duca di Parma
Carney, Mark
Carroll, Cynthia
Caruana, Jaime
Castell, Sir William
Chan, Anson
Chan, Margaret
Chan, Norman
Charles, Prince of Wales
Chartres, Richard
Chiaie, Stefano Delle
Chipman, il dottor John
Chodiev, Patokh
Christoph, Prince of Schleswig- Holstein
Cicchitto, Fabrizio
Clark, Wesley
Clarke, Kenneth
Clegg, Nick
Clinton, Bill
Cohen, Abby Joseph
Cohen, Ronald
Cohn, Gary
Colonna di Paliano, Marcantonio, Duca di Paliano
Constantijn, principe dei Paesi Bassi
Costantino II, re di Grecia
Cooksey, David
Cowen, Brian
Craven, Sir John
Crockett, Andrew
Dadush, Uri
D’Aloisio, Tony
Darling, Alistair
Davies, Sir Howard
Davignon, Étienne
Davis, David
de Rothschild, Benjamin
de Rothschild, David René
de Rothschild, Evelyn
de Rothschild, Leopold
Deiss, Joseph
Deripaska, Oleg
Dobson, Michael
Draghi, Mario
Du Plessis, Jan
Dudley, William C.
Duisenberg, Wim
Edward, duca di Kent
Edoardo, conte di Wessex
Elisabetta II, Regina del Regno Unito
Elkann, John
Emanuele, Vittorio, Principe di Napoli
Ernst August, Principe di Hannover
Feldstein, Martin
Festing, Matthew
Fillon, François
Fischer, Heinz
Fischer, Joschka
Fischer, Stanley
FitzGerald, Niall
Franz, duca di Baviera
Fridman, Mikhail
Friso, principe di Orange-Nassau
Gates, Bill
Geidt, Christopher
Geithner, Timothy
Georg Friedrich, Principe di Prussia
Gibson-Smith, il dottor Chris
Gorbaciov, Mikhail
Gore, Al
Gotlieb, Allan
Green, Stephen
Greenspan, Alan
Grosvenor, Gerald, sesto duca di Westminster
Gurría, José Ángel
Hague, William
Hampton, Sir Philip
Hans-Adam II, Principe del Liechtenstein
Harald V, re di Norvegia
Harper, Stephen
Heisbourg, François
Henri, Granduca di Lussemburgo
Hildebrand, Philipp
Hills, Carla Anderson
Holbrooke, Richard
Honohan, Patrick
Howard, Alan
Ibragimov, Alijan
Ingves, Stefan
Isaacson, Walter
Juan Carlos , re di Spagna
Jacobs, Kenneth M.
Julius, Deanne
Juncker, Jean-Claude
Kenen, Peter
Kerry, John
King, Mervyn
Kinnock, Glenys
Kissinger, Henry
Knight, Malcolm
Koon, William H. II
Krugman, Paul
Kufuor, Giovanni
Lajolo, Giovanni (cardinale)
Lake, Anthony
Lambert, Richard
Lamy, Pascal
Landau, Jean-Pierre
Laurence, Timothy
Leigh-Pemberton, James
Leka, Crown Prince of Albania
Leonard , Mark
Levene, Peter
Leviev, Lev
Levitt, Arthur
Levy, Michael
Lieberman, Joe
Livingston, Ian
Loong, Lee Hsien
Lorenz del Belgio, arciduca d’Austria-Este
Alphonse Louis, duca d’Angiò
Louis-Dreyfus, Gérard
Mabel, Principessa di Orange- Nassau
Mandelson, Peter
Manning, Sir David
Margherita, arciduchessa d’Austria-Este
Margrethe II, Regina di Danimarca
Martínez, Guillermo Ortiz
Mashkevitch, Alexander
Massimo, Stefano, Principe di Roccasecca dei Volsci
Massimo-Brancaccio, Fabrizio Principe di Arsoli e Triggiano
McDonough, William Joseph
McLarty, Mack
Mersch, Yves
Michael, principe di Kent
Michael, re di Romania
Miliband, David
Miliband, Ed
Mittal, Lakshmi
Moreno, Glen
Moritz, Prince e langravio di Assia-Kassel
Murdoch, Rupert
Napoléon, Charles
Nasser, Jacques
Niblett, Robin
Nichols, Vincent
Nicolás, Adolfo
Noyer, Christian
Ofer, Sammy
Ogilvy, Alexandra, Lady Ogilvy
Ogilvy, David, Earl 13 Airlie
Ollila, Jorma
Oppenheimer, Nicky
Osborne, George
Oudea, Frederic
Parker, Sir John
Patten, Chris
Pébereau, Michel
Penny, Gareth
Peres, Shimon
Filippo, Duca di Edimburgo
Pio, Dom Duarte, Duca di Braganza
Pöhl, Karl Otto
Powell, Colin
Prokhorov, Mikhail
Quaden, Guy
Rasmussen, Anders Fogh
Ratzinger, Joseph Alois (Papa Benedetto XVI)
Reuben, David
Reuben, Simon
Rhodes , William R.
Rice, Susan
Richard, Duca di Gloucester
Rifkind, Sir Malcolm
Ritblat, Sir John
Roach, Stephen S.
Robinson, Mary
Rockefeller, Jr. David
Rockefeller, Sr. David
Rockefeller, Nicholas
Rodríguez, Javier Echevarría
Rogoff, Kenneth
Roth, Jean-Pierre
Rothschild, Jacob
Rubenstein, David
Rubin, Robert
Ruspoli, Francesco, principe di Cerveteri
Safra, Joseph
Safra, Moises
Sands, Peter
Sarkozy, Nicolas
Sassoon, Isaac
Sassoon, James
Sawers, Sir Robert John
Scardino, Marjorie
Schwab, Klaus
Schwarzenberg , Karel
Schwarzman, Stephen A.
Shapiro, Sidney
Sheinwald, Nigel
Sigismondo, granduca di Toscana , Arciduca d’Austria
Simeone di Sassonia-Coburgo-Gotha
Snowe, Olympia
Sofia, regina di Spagna
Soros, George
Specter, Arlen
Stern, Ernest
Stevenson, Dennis
Steyer, Tom
Stiglitz, Joseph
Strauss-Kahn, Dominique
Straw, Jack
Sutherland, Peter
Tanner, Maria
Tedeschi, Ettore Gotti
Thompson, Mark
Thomson, il dottor James
Tietmeyer, Hans
Trichet, Jean-Claude
Tucker, Paul
Van Rompuy, Herman
Vélez, Álvaro Uribe
Verplaetse, Alfons
Villiger, Kaspar
Vladimirovna, Maria, Granduchessa di Russia
Volcker, Paul
von Habsburg, Otto
Waddaulah, Mu’izzaddin Hassanal Bolkiah, Sultano del Brunei
Walker, Sir David
Wallenberg, Jacob
Walsh, John
Warburg, Max
Weber, Axel Alfred
Weill, Michael David
Wellink, Nout
Whitman, Marina von Neumann
Willem-Alexander, principe d’Orange
Guglielmo Prince of Wales
Williams, Dr Rowan
Williams, Shirley
Wilson, David
Wolfensohn, James
Wolin, Neal S.
Woolf, Harry
Woolsey, R. James Jr .
Worcester, Sir Robert
Wu, Sarah
Zoellick, Robert

“Trecento uomini, che si conoscono l’un l’altro, dirigono il destino economico dell’Europa e scelgono i loro successori tra di loro.” – Walter Rathenau, 1909, fondatore del mammut tedesco General Electric Corporation.

Il Comitato dei 300 è un prodotto del Consiglio della British East India Company di 300. L’East India Company era stata “noleggiata” dalla famiglia reale britannica nel 1600. Ha creato grandi patrimoni, con il traffico di oppio con la Cina ed è diventata la più grande azienda al mondo a suo tempo.

Oggi, attraverso molte potenti alleanze, il Comitato dei 300 regola il mondo ed è la forza trainante del programma criminale per creare un “Nuovo Ordine Mondiale”, sotto un “governo totalitario globale”. Non vi è alcuna necessità di utilizzare “loro” o “il nemico” se non come scorciatoia. Sappiamo che “essi”, sono il nemico.

Il Comitato dei 300 con la sua “aristocrazia”, la proprietà del sistema statunitense della Federal Reserve e di aziende gigantesche nel settore bancario e assicurativo, di fondazioni, reti di comunicazioni, presieduto da una gerarchia di cospiratori, questo è il nemico.

Le società segrete esistono mediante l’inganno. Ognuna di esse è una gerarchia con un cerchio interno al vertice, che inganna quelli al di sotto con menzogne, come ad esempio sostenendo un programma nobile e beffando quindi la scala gerarchica inferiore grazie a una rete di complicità compartimentata.

C’è un cerchio interno anche nel Comitato dei 300 ed è l’Ordine della Giarrettiera, guidata dalla regina Elisabetta II Windsor. E ‘interessante notare che i Windsor hanno cambiato il loro nome dal germanico Saxe-Coburg-Gotha durante la prima guerra mondiale, a causa del sentimento anti-tedesco.

Il nemico è chiaramente identificabile come il Comitato dei 300 e delle sue organizzazioni di facciata, come il Royal Institute for International Affairs (Chatham House), il Club di Roma, la NATO, l’ONU, la Nobiltà Nera, il Tavistock Institute, CFR e tutti i suoi affiliati organizzazioni, il think tank e istituti di ricerca controllati da Stanford e l’Istituto Tavistock delle relazioni umane e ultimo, ma certamente non meno importante, l’istituzione militare.

Il Comitato 300 è la società segreta finale, costituita da una classe dirigente intoccabile, che include la Regina del Regno Unito (Elisabetta II), la Regina dei Paesi Bassi, la Regina di Danimarca e le famiglie reali d’Europa.

Questi aristocratici hanno deciso alla morte della regina Vittoria, la matriarca dei guelfi neri veneziani che, al fine di ottenere il controllo in tutto il mondo, sarebbe stato necessario per i suoi membri aristocratici “andare in affari” con membri non-aristocratici, ma leader estremamente potenti del business su scala globale, e così le porte del potere ultimo sono state aperti a ciò cui la regina d’Inghilterra ama riferirsi come a “gente comune”.

Attraverso il loro cartello bancario illecito, questa “gente comune” possiede lo stock della Federal Reserve, che è un ente privato a scopo di lucro, in aperta violazione della Costituzione degli Stati Uniti ed è una delle principali radice del problema.

Le famiglie americane decadenti del partenariato profano, completamente debosciato dallo sguazzare nel denaro contaminato dell’oppio, ha continuato a diventare ciò che noi oggi conosciamo come l’establishment orientale liberale. I suoi membri, sotto l’attenta guida e la direzione della Corona britannica, e, successivamente, il suo braccio esecutivo della politica estera, il Royal Institute for International Affairs (RIIA), ora noto come Chatham House, con sede in Inghilterra (di fronte Piazza San Giacomo dal Astors), ha percorso gli Stati Uniti da cima a fondo attraverso il loro segreto di livello superiore, il governo parallelo, che è strettamente interconnesso con il Comitato dei 300, la società segreta finale.

Quel segreto, onnipotente governo è ora più in controllo degli Stati Uniti che mai.

Nel Comitato dei 300, che ha 150 anni di storia, abbiamo alcuni dei più brillanti intelletti, uniti per formare un tutto totalitario, assolutamente controllato in una società “nuova” solo che non è nuova, dopo aver tratto la maggior parte delle sue idee da Clubs di cultus Diabolicus.

Il Comitato sii adopera nel realizzare un governo mondiale nel modo piuttosto ben descritto da uno dei suoi membri in ritardo, HG Wells, nella sua opera commissionata dal Comitato che Wells coraggiosamente intitolò: “The Open Conspiracy: Blue Print per una rivoluzione mondiale”.

La maggior parte del Comitato dei 300 basa la sua immensa ricchezza su quella costituita attraverso il commercio dell’oppio con la Cina e l’India. Profitti osceni sono andati direttamente nelle casse reali e nelle tasche della nobiltà, degli oligarchi e plutocrati, e li ha resi miliardari. La gente comune di Cina, India e Inghilterra non ha avuto benefici nè “ricavi” dal commercio dell’oppio. Allo stesso modo il popolo del Sud Africa, sia bianco che nero, non ha mai beneficiato dell’industria mineraria dell’oro, i cui ricavi sono stati convogliati direttamente nella City of London, a banche e banche d’affari.

Il Comitato dei 300 è responsabile per le guerre di droga fittizie negli Stati Uniti. Queste guerre di droga erano false, per farci portare via i nostri diritti costituzionali. Decadenza Asset è un ottimo esempio, in cui enormi risorse possono essere sequestrate senza processo e nessuna prova di colpevolezza necessari.

Il Comitato dei 300 molto tempo fa ha inoltre decretato che “non ci sarà più un mondo piccolo, molto più piccolo e migliore,” cioè, la loro idea di ciò che costituisce un mondo migliore.
Le miriadi di inutili mangiatori che consumano le scarse risorse naturali, dovevano essere abbattuti fino a 99% . Il progresso industriale supporta la crescita della popolazione. Pertanto il comando di moltiplicarsi e soggiogare la terra che si trova nella Genesi doveva essere sovvertito.

Questa la chiamata per un attacco contro il cristianesimo, la disintegrazione lenta ma sicura degli Stati-nazione industriale, la distruzione di miliardi di persone, di cui dal Comitato dei 300 giudica come “popolazione in eccesso”, e la rimozione di qualsiasi leader che abbia osato opporsi alla pianificazione globale del Comitato per raggiungere gli obiettivi precedenti.

Non che il governo USA non lo sapesse, anzi, faceva parte della congiura ed ha contribuito a tenere il coperchio sulle informazioni, piuttosto che lasciare che la verità fosse conosciuta.
La regina Elisabetta II è il capo del Comitato dei 300.
Il Comitato dei 300 guarda alle convulsioni sociali su scala globale, seguite da depressioni, come un ammorbidimento tecnico per le grandi cose a venire, come metodo principale per creare masse di persone in tutto il mondo che diventeranno i destinatari del suo futuro “benessere”.

L’ordine del giorno corrente criminale del Comitato dei 300 è ulteriormente dimostrato dalla recente fuoriuscita dei documenti del Club di Roma, in quanto descrivono il modo in cui si usano droghe per aiutare soffocare la resistenza al loro regime di Nuovo Ordine Mondiale: “… avendo fallito il cristianesimo, e con la disoccupazione diffusa su ogni lato, coloro che sono stati senza lavoro per cinque anni o più, si allontanano dalla chiesa e cercano conforto nella droga.

Da allora, il pieno controllo del traffico di droga deve essere completato in modo che il governo di tutti i paesi che sono sotto la nostra giurisdizione abbia il monopolio in luogo che ci controllano attraverso il controllo forniture che arrivano sul mercato … le barre di droga si prenderanno cura di ribelli e scontenti.

Gli aspiranti rivoluzionari saranno trasformati in tossicodipendenti innocui, senza volontà propria … ” Le teste coronate d’Europa e delle loro famiglie orientali liberali non tollereranno alcuna vera e propria guerra contro la droga. La guerra alla droga, che l’amministrazione Bush starebbe combattendo, era per la legalizzazione di tutti i tipi e classi di farmaci.

Tali farmaci non sono solo un aberrazione sociale, ma un vero e proprio tentativo di ottenere il controllo delle menti del popolo degli Stati Uniti. Al momento, questo è il compito principale del Comitato dei 300. Nulla è cambiato nel commercio oppio-eroina-cocaina. E ‘ancora nelle mani della stessa “upper class” delle famiglie in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

E ‘ancora un “mestiere” incredibilmente remunerativo se quelli che sembrano essere grosse perdite a volte attraverso i sequestri di spedizioni di droga sono in realtà piccoli intrusi che cercano di penetrare le fila della gerarchia del traffico di droga, che sedendo nelle stanze rivestite di boiserie a New York, Hong Kong e Londra si congratula col sigaro in mano per un altro successo nello sradicamento della “concorrenza”.

Incluse nel Comitato dei 300 soci ci sono le vecchie famiglie della Nobiltà Nera europea, l’americano Liberal Eastern Establishment (nella gerarchia massone e l’Ordine della Skull and Bone), gli Illuminati, o come è noto dal comitato “WIND Moriah CONQUISTA , “il Gruppo Mumma, del Consiglio Nazionale e Mondiale delle Chiese, il Circolo degli Iniziati, i nove uomini sconosciuti, Lucis Trust, teologi gesuiti Liberazione, L’Ordine degli Anziani di Sion, i Principi Nasi, Fondo Monetario Internazionale (FMI), la Banca dei regolamenti internazionali (BRI), le Nazioni Unite (ONU), la centrale, British Quator Coronati, P2 Massoneria italiana-in particolare quelli in Vaticano gerarchia della Central Intelligence Agency, personale selezionato del Tavistock Institute, vari membri delle fondazioni leader e compagnie di assicurazione, di Hong Kong e Shanghai Bank, il Gruppo Milner-Round Table, Fondazione Cini, la tedesca Marshall Fund, Ditchley Foundation, la NATO, Club di Roma, ambientalisti, L’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, una Chiesa Governo Mondiale, socialista Internazionale, Ordine Nero, Thule Society, Anenherbe-Rosicrucianists, I Grandi Superior e centinaia di altre organizzazioni.

Nel caso di John F. Kennedy, l’assassinio è stato realizzato sotto la pubblicità grande e servile dei media, con la massima brutalità per servire come avvertimento ai leader mondiali di non uscire di linea. Papa Giovanni Paolo I è stato tranquillamente assassinato perché si stava avvicinando al Comitato dei 300 infiltrato attraverso Massoni nella gerarchia vaticana. Il suo successore, Papa Giovanni Paolo II, è stato pubblicamente umiliato come avvertimento di cessare e desistere, cosa che ha fatto. Come vedremo, alcuni esponenti vaticani sono oggi seduti nel Comitato dei 300.

Il Comitato dei 300 sembra basare gran parte delle sue decisioni importanti che riguardano l’umanità sulla filosofia della aristocratico polacco, Felix Dzerzinski, che considerava l’umanità come leggermente al di sopra del livello del bestiame.

Come un amico intimo dell’agente dell’intelligence britannico Sydney Reilly ( Reilly è stato effettivamente del controller Dzerzinski durante anni formativi della Rivoluzione bolscevica del ), ha spesso confidato informazioni a Reilly durante le sue bevute. Dzerzinski era, naturalmente, la bestia che gestiva l’apparato del Terrore Rosso.

Una volta Reilly ha detto, mentre i due erano in un binge drinking, che “L’uomo non ha alcuna importanza. Guardate cosa succede quando muore di fame. Comincia a mangiare i suoi compagni morti per sopravvivere. L’uomo è interessato solo la propria sopravvivenza. Questo è tutto ciò che conta. Tutta la roba di Spinoza è un sacco di spazzatura “.

Le radici della Compagnia delle Indie Orientali (noleggiata dalla regina Elisabetta I il 31 dicembre 1600 e sciolto nel 1873) spuntano dalla Nobiltà Nera europea. La Nobiltà Nera sono le famiglie oligarchiche di Venezia e Genova, che nel 12 ° secolo in possesso dei privilegiati diritti commerciali (monopoli). La prima delle tre crociate, 1063-1123, stabilì il potere della Nobiltà Nera veneziana e solidificò il potere della ricca classe dirigente.

L’aristocrazia della Nobiltà Nera raggiunse il controllo completo su Venezia nel 1171, quando la nomina del doge fu trasferita a quello che era conosciuto come il Gran Consiglio, che era composta dai membri dell’aristocrazia commerciale, un trionfo per loro.

Venezia è rimasta nelle loro mani da allora, ma il potere e l’influenza della Nobiltà Nera veneziana si estese ben oltre i suoi confini e oggi si fa sentire in ogni angolo del globo. Nel 1204 la famiglia oligarchica spartì enclaves feudali ai loro membri, e a questa epoca risale il grande edificio del potere e della pressione finché il governo è diventato una società chiusa delle più importanti famiglie della Nobiltà Nera.

E ‘importante notare che la Nobiltà Nera europea è responsabile per i grovigli insidiosi di numerose società segrete, logge, e le organizzazioni che sono sostenute con l’alta finanza e potenti agganci politici. Tali organizzazioni includono: Commissione Trilaterale, Bilderberg Group (versione tedesca del CFR), Council on Foreign Relations (CFR), Nazioni Unite (fondata da CFR), per Skull & Bones Illuminati (cerchio interno del CFR), Fondo Monetario Internazionale (FMI ), World Bank, Bank of Settlement International, Club di Roma, Chatham House (formalmente il Royal Institute of International Affairs – RIIA), Tavola Rotonda, Tavistock Institute for Studies umani (think tank di guerra psicologica in  Inghilterra), Associated Press, Reuters (monopolio di notizie di proprietà Rothschild utilizzati per il lavaggio del cervello delle masse), e molti altri, i quali, se sono gonzi o meno, lavorano in favore della aristocrazia della Gran Bretagna e il loro unico programma di governo mondiale.

Sebbene ci sia una larga sezione trasversale, tutte le strade portano alla Regina d’Inghilterra. La tecnica per mantenere il loro segreto illecito è lo schema della compartimentalizzazione. Solo le persone nel cerchio interno, che fanno parte della chiave di volta al vertice della piramide, conoscono l’intera estensione della frode. Gli adepti sono pochi e ingannano molti.

Tipicamente, ai creduloni viene detto che il loro coinvolgimento è benevolo, quindi diventano complici inconsapevoli della criminalità. Questo è il motivo per cui è indispensabile esporre questo diabolico anello del potere. Illecite società segrete non possono sopportare la luce del giorno. Dopo l’esposizione, la cabala e i loro scagnozzi cadrà come un castello di carte.

La Nobiltà Nera europea ha guadagnato il suo titolo con sporchi trucchi, in modo che quando la popolazione si ribellò contro i monopoli nel governo, come altrove, i capi della rivolta sono stati rapidamente e brutalmente sequestrati e impiccati.

Usano assassinii segreti, gli omicidi, la bancarotta di cittadini che si oppongono o le imprese, rapimenti e stupri. Tutte le famiglie di cui sono collegati con la Casa di Guelfo, una delle famiglie originarie della Nobiltà Nera di Venezia, da cui la Casa di Windsor e quindi l’attuale Regina del Regno Unito, Elisabetta II, discende.

Quali sono gli obiettivi del gruppo di élite segreta, gli eredi di Illuminismo (Wind Moriah Conquering), Culto di Dionisio, Culto di Iside, Catarismo, Bogomilismo? Questo gruppo di elite che si autoproclama altresì gli Olimpi (credono veramente di essere uguali in potenza e statura agli dei dell’Olimpo leggendari, che hanno, come loro dio Lucifero, si sono posti sopra il nostro vero Dio) credono assolutamente di essere stati incaricati di attuare il seguente piano per diritto divino:

1. Unico governo mondiale Nuovo Ordine Mondiale con una chiesa unitaria e sistema monetario sotto la loro direzione. Non molte persone sono consapevoli del fatto che l’unico governo mondiale ha cominciato ad installare la sua “chiesa” negli anni 1920/1930, per si sono resi conto della necessità di una credenza religiosa insita nel genere umano ad avere una presa di corrente e, quindi, istituito un organismo “chiesa” al canale che la fede nella direzione che desiderate.

2. Distruzione totale di ogni identità nazionale e l’orgoglio nazionale.

3. Distruzione della religione e più in particolare la religione cristiana, con la sola eccezione della creazione di cui sopra.

4. Controllo di ogni singola persona attraverso mezzi di controllo mentale e ciò che Brzezinski chiama “technotronics”, che creerebbe umano-come robot e un sistema di terrore, accanto alla quale Terrore Rosso Felix Dzerzinski ha questo aspetto bambini che giocano.

5. Fine di tutta l’industrializzazione e la produzione di energia nucleare generata elettricamente in quello che chiamano “post-industriale, crescita zero della società.” Esenti sono le industrie di computer e di servizio. Le industrie degli Stati Uniti che restano saranno esportate in paesi come il Messico dove il lavoro degli schiavi abbondante è disponibile. I non impiegabili sulla scia di distruzione industriale sia diventata l’oppio-eroina e cocaina o tossicodipendenti, o diventare le statistiche nel processo di eliminazione che oggi conosciamo come Global 2000.

6. Legalizzazione delle droghe e pornografia.

7. Spopolamento delle grandi città secondo la prova di funzionamento effettuata dal regime di Pol Pot in Cambogia. E ‘interessante notare che i piani di genocidio di Pol Pot sono stati elaborati qui negli Stati Uniti da uno dei Club di Roma fondazioni di ricerca. E ‘anche interessante che il Comitato sta attualmente cercando di ripristinare i macellai di Pol Pot in Cambogia.

8. Soppressione di tutto lo sviluppo scientifico ad eccezione di quelli considerati vantaggiosi dal comitato. Destinato in particolare è l’energia nucleare per scopi pacifici. In particolare odiava sono gli esperimenti di fusione attualmente in essere disprezzato e ridicolizzato dal Comitato e dei suoi sciacalli della stampa. Sviluppo della torcia di fusione farebbe saltare concezione del Comitato delle “limitate risorse naturali” a destra fuori della finestra. Una torcia di fusione usato correttamente potrebbe creare un numero illimitato di risorse naturali non sfruttate dalle sostanze più comuni. Fusion usi torcia sono legione e che potrebbe beneficiare l’umanità in un modo che è come non è ancora neanche lontanamente compreso dal pubblico.

9. Causare per mezzo di guerre limitate nei paesi avanzati, e per mezzo di fame e di malattie nei paesi del Terzo Mondo, la morte di 3 miliardi di persone entro il 2000, le persone chiamate “mangiatori inutili”. Il Comitato dei 300 Cyrus Vance commissionato di scrivere un articolo su questo argomento del modo migliore per realizzare tale genocidio. Il documento è stato prodotto sotto il titolo di “Global 2000 Report” ed è stato accettato e approvato per l’azione dal Presidente Carter, per nome e per conto del governo degli Stati Uniti, e accettato da Edwin Muskie, allora Segretario di Stato. Secondo i termini del Global 2000 Report, la popolazione degli Stati Uniti deve essere ridotto di 100 milioni entro il 2050.

10. Indebolire la fibra morale della nazione e per demoralizzare i lavoratori della categoria del lavoro creando disoccupazione di massa. Come i lavori a causa delle politiche industriali post-crescita zero introdotte dal Club di Roma, i lavoratori demoralizzati e scoraggiati faranno ricorso ad alcol e droghe. La gioventù della terra sarà incoraggiata attraverso la musica rock e la droga a ribellarsi contro lo status quo, minando così e alla fine distruggendo il nucleo familiare. A questo proposito il Comitato dei 300 commissionò al Tavistock Institute la preparazione di un progetto su come questo potrebbe essere raggiunto. Tavistock diresse poi Stanford Research a svolgere il lavoro sotto la direzione del professor Willis Harmon. Questo lavoro in seguito divenne noto come “The Aquarian Conspiracy”.

11. Mantenere le persone di tutto il mondo nell’impossibilità di decidere il proprio destino per mezzo di una crisi creata dopo l’altra e poi “gestire” tali crisi. Questo confondere e demoralizzare la popolazione nella misura in cui di fronte a troppe scelte, l’apatia su larga scala si diffonderà. Nel caso degli Stati Uniti, un’agenzia per la gestione delle crisi è già in atto. Si chiama la Federal Emergency Management Agency (FEMA), la cui esistenza ho divulgato nel 1980.

12. Introdurre nuovi culti e continuare ad aumentare quelli già funzionanti che comprendono “musica” rock, gangster, come quella degenerata di Mick Jagger “Rolling Stones” (un gruppo di gangster molto favorito da Nobiltà Nera europea) e tutti i ” gruppi di rock “, creati dall’Istituto Tavistock, che ha avuto inizio con” The Beatles “. Per continuare a costruire il culto del fondamentalismo cristiano iniziata dal servo del British East India Company, la Darby, che sarà usate per rafforzare lo Stato sionista di Israele attraverso l’identificazione con gli Ebrei attraverso il mito del “popolo eletto di Dio” e donando molto ingenti somme di denaro a quello che essi credono erroneamente sia una causa religiosa nella promozione del cristianesimo.

13. Premere per la diffusione di culti religiosi come la Fratellanza musulmana, il fondamentalismo musulmano, i sikh, e di effettuare esperimenti di Jim Jones e “Figlio di Sam” tipo di omicidi. Vale la pena notare che il defunto ayatollah Khomeini era una creazione della British Intelligence Division Military Intelligence 6, comunemente noto come M16, come ho riferito nel mio lavoro 1985, “What Really Happened in Iran.”

14. Esportare la “liberazione”, dalle idee religiose di tutto il mondo in modo da minare tutte le religioni esistenti, ma più in particolare la religione cristiana. Questo è iniziato con “Teologia della liberazione dei Gesuiti”, che ha portato alla caduta del dominio della famiglia Somoza in Nicaragua e che oggi distrugge EI Salvador, ormai 25 anni in una “guerra civile”, Costa Rica e Honduras.

Un soggetto molto attivo impegnato nella cosiddetta teologia della liberazione è il comunista orientata Mission Mary Knoll. Questo spiega la grande attenzione dei media per l’omicidio di quattro cosiddette suore Maria Knoll in EI Salvador pochi anni fa. Le quattro suore erano agenti sovversivi comunisti e le loro attività sono state ampiamente documentate da parte del governo di EI Salvador.

La stampa degli Stati Uniti e news dei media hanno rifiutato di dare qualsiasi spazio o copertura per la massa della documentazione in possesso del governo salvadoregno, la documentazione che dimostra che le suore della missione di Maria Knoll stavano facendo nel paese.Knoll Maria è in servizio in molti paesi, e ha svolto un ruolo di primo piano nel portare il comunismo in Rhodesia, Mozambico, Angola e Sud Africa.

15. Causare un crollo totale delle economie del mondo e generare il caos totale politico.

16. Prendere il controllo di tutte le politiche estere e interne degli Stati Uniti.

17. Dare il massimo sostegno alle istituzioni sovranazionali come le Nazioni Unite (ONU), il Fondo monetario internazionale (FMI), la Banca dei regolamenti internazionali (BRI), la Corte mondiale e, per quanto possibile, rendere le istituzioni locali minore effetto di una loro graduale soppressione o portarli sotto il manto delle Nazioni Unite.

18. Penetrare e sovvertire tutti i governi, e lavorare dall’interno per distruggere l’integrità sovrana di nazioni da essi rappresentati.

19. Organizzare un apparato terroristico mondiale e negoziare con i terroristi quando si svolgono attività terroristiche. Si ricorda che è stato Bettino Craxi, che ha convinto i governi italiani e degli Stati Uniti a negoziare con i rapitori delle Brigate Rosse del Primo Ministro Moro e del generale Dozier. Per inciso, il generale Dozier ha tuttora ordine di non parlare di quello che è successo a lui. Doveva rompere quel silenzio, sarà senza dubbio “un esempio orribile” nel modo in cui Kissinger affrontò Aldo Moro, Ali Bhutto e il generale Zia ul Haq.

20. Prendere il controllo della pubblica istruzione in America con l’intento e lo scopo di distruggerla completamente.

Gran parte di questi obiettivi, che ho enumerato nel 1969, da allora sono stati raggiunti o sono sulla buona strada per essere raggiunti. Di particolare interesse nel Comitato dei 300 del programma è il cuore della loro politica economica, che è in gran parte basata sugli insegnamenti di Malthus, il figlio di un pastore di campagna inglese che è stato spinto alla ribalta dal British East India Company su cui il Comitato dei 300 è modellato.

Malthus sosteneva che il progresso dell’uomo è legato alla capacità naturale del pianeta di sostenere un determinato numero di persone, al di là di quel punto le risorse della terra essendo limitate si esaurirebbero rapidamente. Una volta che queste risorse naturali siano state consumate, sarà impossibile la sostituzione.

Quindi Malthus osservò che è necessario limitare le popolazioni entro i confini di diminuzione delle risorse naturali. Inutile dire che l’elite non si lascerà minacciare da una popolazione crescente di “mangiatori inutili”, quindi l’abbattimento deve essere praticato.

Come ho precedentemente affermato, la “riforma” che sta accadendo oggi, utilizzando i metodi mandati nel “Global 2000 Report.”

Dr. John Coleman, ex ufficiale dell’Intelligence britannica
Gerarchia The Conspirator: Il Comitato dei 300, http://www.coleman300.com/

redazione

c99 shell